Mostra Giappone: storie d’amore e guerra narrate da Orpheo

mostra Giappone

Il Giappone suscita sempre un fascino straordinario e silenzioso: geishe, samurai, attori Kaburi, animali fantastici e spiritualità sono i protagonisti di questo appuntamento culturale.  Sarà possibile immergersi in questo meraviglioso “mondo fluttuante” grazie alla mostra Giappone: storie d’amore e guerra fino al 9 settembre, a Bologna.

Un allestimento suggestivo che riproduce gli interni tipici del periodo Edo cala immediatamente gli spettatori, che semplicemente passeggiano tra i corridoi di Palazzo Albergati, in un’atmosfera di sogno; mentre una collezione temporanea raffinata e preziosa renderà indimenticabile e appassionante quest’esperienza del lontano oriente.

Tutta l’arte dell’Ottocento giapponese – da Hiroshige a Utamaro, da Hokusai a Kuniyoshi –  è presente con una selezione di oltre 200 opere in questa mostra firmata Arthemisia. Il Mondo Fluttuante dell’ukiyo-e approda per la prima volta a Bologna a Palazzo Albergati e nel primo weekend vanta già una grande affluenza di visitatori affascinati e incuriositi da questa esibizione unica nel panorama bolognese. Non solamente stampe, ma anche esemplari di eccellente fattura appartenenti alla vita quotidiana dell’epoca. Da vestiti di samurai, a kimono, fino a ventagli e fotografie, la mostra ambisce a far conoscere la cultura nipponica tradizionale a tutto tondo.

Il percorso si snoda tra il suadente mondo femminile delle geisha e delle ōiran (le cortigiane d’alto rango) e il fascino dei leggendari guerrieri samurai, il racconto della nascita dell’ukiyo-e e le famose stampe shunga ricche di erotismo, le opere che ritraggono gli attori del teatro Nō e Kabuki accanto a quelle che rappresentano il mondo della natura in tutte le sue manifestazioni – fiori, uccelli e paesaggi.

E non finisce qui il fermento culturale della mostra Giappone: storie d’amore e guerra. Infatti l’esposizione è al centro di  un ricco programma di attività didattiche e collaterali, quali la cerimonia del tè, la creazione degli origami e molto altro, dedicate sia ai grandi che ai bambini. Sarà insomma un meraviglioso viaggio attraverso la storia, l’arte e la bellezza del Giappone.

Con il patrocinio del Comune di Bologna, del Consolato Generale del Giappone a Milano e della Fondazione Italia Giappone, la mostra è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia e curata da Pietro Gobbi grande studioso dell’arte giapponese.

Noi di Orpheo abbiamo preso parte con entusiasmo a questa iniziativa, fornendo non solo le nostre Mikro LX, ma curando anche il percorso audio della mostra. Dalla stesura del testo, alle traduzioni, fino alla registrazione, abbiamo curato con professionalità e passione tutto il lavoro. La mostra offre anche un percorso bambini, sempre realizzato dal nostro team, che renderà divertente e formativa la passeggiata nel “mondo fluttuante” anche per i più piccoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *