Orpheo con Chagall in un “Sogno d’amore”

Cover_Mostra_Chagall

Il 15 febbraio, con la mostra “Sogno d’amore”, Marc Chagall fa per la prima volta ingresso a Napoli con una raccolta unica dei suoi capolavori, provenienti da collezioni private e ospitati dal Lapis Museum, presso la Basilica di Pietrasanta.

In qualità di partner tecnico di Arthemisia, Orpheo ha fornito le audioguide per l’esposizione dedicata a Chagall, curandone anche i contenuti sonori, dalla stesura dei testi alla traduzione e registrazione dei percorsi.

Il percorso conduce il visitatore alla scoperta di un artista visionario e irripetibile: Marc Chagall. Attraverso un’ampia selezione di oltre 150 opere sarà possibile scoprire i capolavori del pittore russo, avendo come filo conduttore l’amore per la moglie Bella.

Per questo evento Orpheo ha pensato proprio a tutti, realizzando un itinerario caratterizzato da un linguaggio semplice ma ricco di curiosità, rendendo il percorso audioguidato un valido supporto alla visita tanto per i visitatori adulti che per i bambini. Le audioguide saranno disponibili anche in lingua inglese.

innamorati-chagall

Nell’arte, come nella vita, tutto è possibile se è basato sull’amore” (Marc Chagall)

Sarà la figlia Ida ad accompagnare il visitatore attraverso un racconto intimo della famiglia Chagall. Lo stesso artista farà la sua comparsa all’interno della narrazione raccontando alcuni episodi significativi della sua vita personale, gli stessi che ritroviamo negli elementi della sua vita artistica.

Come per tutti i progetti in cui collabora, anche per questa mostra Orpheo ha messo a disposizione dei cavi a induzione per ipoudenti. Si tratta di fibbie che, collegandosi al dispositivo, permettono di ascoltare il commento audio direttamente attraverso l’apparecchio acustico dell’utente. Grazie a questa tecnologia il visitatore beneficerà di una maggiore qualità dell’audio, evitando la fastidiosa sovrapposizione delle cuffie. Il servizio fa parte del progetto Arte per Tutti, il programma lanciato da Orpheo per rendere accessibili i musei e i siti culturali italiani tramite lo sviluppo di soluzioni tecnologiche per le esigenze di tutti i visitatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *