realizzazione video

Non solo audio: Orpheo e la realizzazione video

Tra i dispositivi destinati  alla fruizione di musei o luoghi culturali ci sono, oltre alle audioguide, anche le videoguide e i totem multimediali. Orpheo si dedica con cura anche alla creazione di quest’ultimi e ora vogliamo svelarvi tutti i segreti di una realizzazione video dalle riprese al montaggio, senza tralasciare i video in LIS.

Riprese con il drone

I droni sono ormai indispensabili per la realizzazione video. Questi “quadricotteri” sono ideali per mostrare nel loro complesso territori, perimetri, coreografie teatrali e paesaggi naturali attraverso riprese panoramiche e aeree.  Per quanto riguarda il settore dei Beni Culturali e soprattutto Archeologici, questi sistemi di riprese aeree hanno trovato un impiego esponenziale. Il principale vantaggio è rappresentato dalla possibilità di mappare aree difficilmente accessibili o penetrare luoghi chiusi inagibili.

Per quanto riguarda invece la fruizione di luoghi culturali, grazie alle riprese aeree dei droni è possibile raccontare e mostrare in tutta la loro magnificenza monumenti, palazzi o chiese.

Veduta dall'alto di un sito archeologico
Veduta dall’alto di un sito archeologico.

Non si tratta solamente di immagini spettacolari; di punti di vista altrimenti impossibili da ottenere: grazie ai quadricotteri con telecamera anche lo storytelling ottiene un nuovo sprint. Dai minimi dettagli sulla guglia di una cattedrale alla rete stradale di Ostia Antica, è infatti possibile raccontare, grazie alle immagini, mille nuove storie e aneddoti.

Le strumentazioni che impieghiamo per  la realizzazione delle riprese sono di proprietà Orpheo, mentre i tecnici che se ne occupano fanno parte del nostro team di fiducia presso lo studio di registrazione.

Riprese di testimonianze

Spesso il direttore di un museo o il curatore di una mostra tiene particolarmente a dare il benvenuto ai visitatori e ad introdurre il percorso espositivo a parole proprie. Oltre a sovrapporre l’audio ad immagini in scorrimento,  un’alternativa è una premessa “de visu“. In questo caso Orpheo mette a disposizione i propri tecnici e la propria attrezzatura per realizzare delle riprese professionali, di solito con camera fissa, da collocare ad apertura della videoguida.

Montaggio e post produzione

Presso il nostro studio di registrazione avvengono anche le fasi di montaggio e post produzione. Per “post produzione” si intende quell’insieme di interventi sulle immagini volti al loro miglioramento, a seconda della funzione finale del video. Oltre al classico miglioramento della luminosità o alla correzione dei colori, ci sono molte altre modifiche cui deve essere sottoposto un video che, ricordiamolo, è destinato ad aiutare la fruizione di un museo. In questo caso la post produzione consiste anche nell’inserimento di sottotitoli, didascalie, sottopancia, ecc.

Una componente fondamentale nell’editing di video destinati a dispositivi museali è senz’altro il contenuto audio. Tendenzialmente valutiamo la qualità di un video in base alle immagini; invece l’audio è altrettanto decisivo. Non solo: in fase di post produzione un audio di bassa qualità rappresenta la sfida più difficile.  Ma Orpheo è indenne a queste minacce grazie al know how del nostro studio di registrazione, presso il quale doppiatori professionisti registrano direttamente i contenuti destinati alla guida.

Se l’audio registrato è fondamentale, non meno lo è una colonna sonora cucita sul video in fase di post produzione. Senza sottofondi e brani protagonisti un video resta una “melodia”, mentre i nostri dispositivi vogliono assicurare una vera e propria “armonia” esperienziale.

Leggi anche: Audioguide Orpheo: tutti i segreti della produzione audio

Realizzazione video in LIS

Orpheo ha avviato da qualche anno un programma a favore della sostenibilità chiamato “Arte per tutti“. Tra le iniziative legate a questo progetto vi è la realizzazione di videoguide in LIS. Lo scopo è in realtà un dispositivo valido universalmente e non solamente per gli ipoudenti. Perciò si tratta di prodotti alquanto complessi.

In questo caso non è necessario l’utilizzo di un drone, ma di una camera fissa che riprenda, su sfondo neutrale, il protagonista che narra il percorso nella lingua dei segni.

Nella fase di post produzione è necessario sovrapporre dei sottotitoli per rendere la videoguida universalmente fruibile.  Inoltre è conveniente inserire sullo schermo le opere commentate per rendere la spiegazione più comoda da seguire.

Può sembrare curioso, eppure anche nel caso di audioguide per un pubblico ipoudente è sempre il caso di inserire un sottofondo musicale che, seppur in minima parte udibile ma comunque inconsciamente conciliante, predisponga a il visitatore ad una maggior empatia.

Scopri di più sulla realizzazione video in LIS Orpheo.

Potete avere un’idea di questo tipo di audioguida con un breve estratto dal progetto “Segni d’Arte” realizzato per la Galleria d’Arte Moderna di Palermo.

 

La realizzazione video non riguarda esclusivamente il software presente nelle videoguide Orpheo. Realizziamo App personalizzaste per musei e siti culturali in modo da rendere ancora più facile e intuitivo il percorso di visita. Questi software su misura sono scaricabili sia per iOS che Android e l’anteprima di queste App negli Store è spesso costituita da un video introduttivo realizzato proprio da noi.

duomo di Cosenza audioguide

In arrivo al Duomo di Cosenza le audioguide Orpheo

Dal 29 novembre al Duomo di Cosenza sarà disponibile il servizio di audioguide per i visitatori, con la consegna ufficiale da parte del Rotary Club Cosenza Telesio, l’ente che ha donato alla chiesa cosentina i dispositivi Orpheo per un tour completo della Cattedrale. Alla presentazione ufficiale interverranno l’Arcivescovo Mons. Francesco Nolé, il Parroco don Luca Perri e il Presidente del Rotary Club Davide Garritano.

Locandina duomo cosenza

Il Duomo di Cosenza ha una lunghissima storia che risale addirittura al XI secolo; realizzato in stile romanico, subì un primo restauro già in seguito al terremoto del 1184. Successivi interventi, risalenti al XVI e XX secolo, hanno reso il Duomo un capolavoro di fusione di epoche e stili diversi che mantiene intatta la propria origine medievale nella facciata principale e la propria ascendenza bizantina nel crocifisso e nella tavola della Madonna del Pilerio. Di particolare interesse sono  la tomba d’età tardo-antica di Enrico VII e il Mausoleo di Isabella d’Aragona che tornò casualmente alla luce nel 1891.

Le innumerevoli vicissitudini storiche che hanno coinvolto l’edificio con la sua comunità e i capolavori sacri conservati all’interno saranno finalmente raccontati a tutti i visitatori grazie alle audioguide Orpheo. L’azienda non si è limitata a fornire i dispositivi, ma è intervenuta anche nella stesura dei contenuti e ha curato la fase di registrazione.

Al Duomo di Cosenza le audioguide Orpheo Mikro LX saranno fruibili anche per ipoudenti. L’azienda ha infatti presente le necessità dei visitatori con disabilità e per questo fornisce sempre cavi ad induzione alle strutture clienti che permettono di collegare le audioguide a tutti gli apparecchi acustici. In linea con un’attività concreta a favore dell’accessibilità, Orpheo ha ideato il proprio programma “Arte per tutti” che annovera tecnologie innovative come l’avvio automatico e videoguide in LIS per permettere a tutti di godere a pieno della visita in musei e siti archeologici.

 

videoguida LIS

Orpheo nel “segno” del progresso con la videoguida LIS

La videoguida LIS è uno dei progetti di punta del programma “Arte per tutti” di Orpheo che include, tra i numerosi servizi, anche l’avvio automatico per le audioguide.

Orpheo ha sempre presente le difficoltà pratiche degli ipoudenti e per questo fornisce cavi ad induzione che collegano i suoi dispositivi agli apparecchi acustici. L’azienda ha però fatto di più realizzando, presso la GAM di Palermo e Palazzo Braschi di Roma, due significativi progetti che puntano a rendere la visita culturale pienamente godibile e soddisfacente anche per i non udenti. Nel corso della creazione dei lavori, Orpheo si è affidata interamente ad esperti del settore che hanno seguito la realizzazione della videoguida LIS per renderla del tutto efficace.

Come si realizza una videoguida LIS?

In entrambi i casi, la scelta del percorso e gli argomenti da trattare sono stati decisi dalla struttura museale; nel caso della GAM di Palermo è stata Civita Sicilia. Successivamente i contenuti sono stati tradotti nel linguaggio dei segni. La LIS è un argomento poco conosciuto e infatti non molti sanno che si tratta di una lingua vera e propria. Non solo: non esiste una versione ufficiale valida a livello nazionale, per questo è ancor più necessario consultare degli esperti. Orpheo è stata affiancata dall’Associazione Kiasso per la quale delle guide professioniste sorde hanno tradotto i testi dall’italiano nel linguaggio dei segni e dall’ICOM.

La fase di registrazione è altrettanto delicata ed è quindi necessario essere a conoscenza di alcune direttive specifiche. Orpheo si è quindi rivolta ad una protagonista realmente sorda, Cecilia Ruggeri, resa il più possibile neutrale nell’aspetto e ha poi testato l’efficacia dell’ audioguida sui visitatori. Nel caso di “Segni d’Arte” alla GAM di Palermo, il team ha contato sull’aiuto di un non udente palermitano. Non si è trattato di una scelta campanilistica, ma di una vera necessità comunicativa. La LIS infatti, non solo non ha una versione nazionale ufficiale, ma risente della varietà dei dialetti italiani.

Il programma “Arte per tutti” ha un’ambizione ben chiara: rendere i musei universalmente accessibili. Per questo Orpheo è andata in contro tendenza, creando dei dispositivi per i non udenti, utilizzabili anche dagli udenti. La videoguida LIS, grazie alla presenza di sottotitoli (nuovamente tradotti dal LIS all’italiano e utili anche per le persone sorde che non conoscono il linguaggio dei segni) e completata da un accompagnamento musicale, è soprattutto un simbolo di integrazione che permette a udenti e non udenti di godere dello stesso dispositivo e l’atto di mecenatismo di Orpheo presso la GAM di Palermo rappresenta l’impegno dell’azienda in questa direzione.

 

Maison des anciens remèdes

Maison des anciens remèdes: Val d’Aosta e antichi rimedi con Orpheo

A soli 5 minuti da Aosta, nel borgo di Jovençan, la Maison des anciens remèdes (Casa degli antichi rimedi) offre al visitatore un viaggio unico nel mondo delle piante officinali.

All’interno di un edificio del XVII secolo, sapientemente restaurato, la Maison des anciens remèdes è una vera e propria sfida alla divulgazione classica praticata in tanti musei etnobotanici.
I saperi terapeutici valodostani qui sono raccontati attraverso la stimolazione dei sensi e della curiosità, per incantare un pubblico di tutte le età.

jardin-des-anciens-remedes

Orpheo è orgogliosa di potervi accompagnare con le proprie Audioguide Mikro Lx in un’affascinante esplorazione degli antichi rimedi della tradizione valdostana.

Grazie al programma di Orpheo Arte per Tutti, la Maison des anciens remèdes è stato reso accessibile anche alle persone ipoudenti tramite degli speciali cavi ad induzione che, connettendosi direttamente all’apparecchio acustico, permettono alle persone con problemi uditivi di ricevere un suono chiaro eliminando i rumori esterni e la sovrapposizione delle cuffie.
Inoltre, la presenza di un marcatore di rilievo sul tasto numero cinque delle nostre audioguide favorisce l’uso degli apparecchi anche da parte di un pubblico ipovedente.

mostra "Devota Bellezza" a Sassoferrato

Mostra “Devota Bellezza” a Sassoferrato: disegni inediti illustrati da Orpheo

Si è aperta il 17 giugno la Mostra “Devota Bellezza” a Sassoferrato, nella meravigliosa cornice della provincia d’Ancona. Si tratta di una delle più interessanti mostre d’arte del 2017: la “Devota Bellezza”, dedicata al grande pittore Giovan Battista Salvi (1609- 1685) detto il Sassoferrato.

L’esposizione è soprattutto un’occasione unica per ammirare, per la prima volta in Italia, 21 disegni del Sassoferrato provenienti dalla Collezione Reale Britannica, gentilmente concessi dalla regina Elisabetta II.

Orpheo è orgogliosa di poter raccontare con le audioguide Mikro Lx il mondo del Sassoferrato, che scelse in un XVII secolo prevalentemente barocco e caravaggesco, uno stile marcatamente classicista.

La mostra “Devota Bellezza” a Sassoferrato si iscrive inoltre nel progetto di accessibilità “Arte per Tutti” che noi di Orpheo promuoviamo in diversi siti culturali in tutto il paese per rendere il patrimonio italiano fruibile a tutti i visitatori.

Infatti, grazie al marcatore di rilievo presente sul tasto numero cinque, le audioguide possono essere agevolmente utilizzate anche da persone non vedenti ed ipovedenti.

Sassoferrato in mostra

La mostra è anche un invito alla scoperta dei borghi marchigiani, veri gioielli della Piccola Italia e qui potete trovare numerose proposte di visita:

http://www.ladevotabellezza.it/itinerari/proposte-di-itinerari/

Magister Giotto mostra temporanea

Magister Giotto mostra temporanea: la nuova Arte narrata con Orpheo

Un nuovo modo di raccontare l’arte italiana. Questo è l’obiettivo di Magister Giotto mostra temporanea che si tiene a Venezia dal 12 luglio al 5 novembre del 2017. 

Il visitatore è accompagnato all’interno dell’esposizione, sino alla Scuola Grande della Misericordia, tramite video in alta risoluzione sincronizzati con musiche e con la voce di Luca Zingaretti. Nonostante l’assenza delle opere fisiche di uno dei più grandi pittori italiani, sarà possibile vivere a pieno i dipinti che hanno traghettato l’Arte del nostro paese dall’età medievale a quella  moderna.

Noi di Orpheo siamo orgogliosi di partecipare con le nostre Mikro Lx e con la produzione audio in inglese a Magister Giotto mostra temporanea innovativa. Proprio grazie alla tecnologia presente in queste audioguide, viene garantita un’impeccabile sincronizzazione con i video proiettati all’interno dell’edificio, permettendo a tutti i visitatori, anche le persone con disabilità motorie, di godersi a “mani libere” una vera esperienza immersiva.

Inoltre, è prevista la distribuzione di cavi a induzione che, connettendosi direttamente all’apparecchio acustico, permettono alle persone ipo-udenti di ricevere un suono chiaro eliminando i rumori esterni e la sovrapposizione delle cuffie.

La mostra si iscrive inoltre nel progetto di accessibilità “Arte per Tutti” che noi di Orpheo promuoviamo in diversi siti culturali in tutto il paese per rendere il patrimonio italiano fruibile a tutti i visitatori con diverse esigenze.

Divina Bellezza a Siena

Divina Bellezza a Siena: con Orpheo torniamo a vivere i vecchi fasti

Orpheo, insieme a Civita – Opera Laboratori Fiorentini, torna per la nuova edizione della Divina Bellezza a Siena. Dopo aver proiettato lo spettacolo sulla facciata del Duomo nel 2016, quest’affascinante racconto della città toscana si trasferisce nell’Oratorio di San Giovannino, riportato alla luce dopo diversi decenni.

Il concept ricalca quello degli anni passati, ovvero un racconto che ripercorre la storia di Siena, coinvolgendo gli artigiani del luogo in una narrazione appassionante e suggestiva.

La tecnologia presente sulle audioguide Mikro Lx, fornite da Orpheo, garantisce un’impeccabile sincronizzazione tra l’audio e il video proiettato, permettendo agli spettatori di rilassarsi e concentrarsi esclusivamente sulle emozioni offerte in questa cornice suggestiva e garantendo a persone di diverse nazionalità di assistere contemporaneamente allo stesso spettacolo.

Quest’evento si iscrive inoltre nel progetto di accessibilità che noi di Orpheo promuoviamo in diversi siti culturali in tutta Italia. Il programma Arte per Tutti, infatti, ha l’obiettivo di rendere il patrimonio culturale italiano fruibile a tutti i visitatori, realizzando prodotti su misura per le diverse esigenze. In occasione di questo evento, è prevista la distribuzione di cavi a induzione che, connettendosi direttamente all’apparecchio acustico, permettono alle persone ipo-udenti di ricevere un suono chiaro eliminando i rumori esterni e la sovrapposizione delle cuffie.

Inoltre, la video sincronizzazione automatica permette anche alle persone con disabilità motorie e non vedenti di ascoltare e vivere senza ostacoli l’emozione della Divina Bellezza a Siena.

 

workshop

Arte per Tutti: il video in LIS “Segni d’Arte”

 

Nell’ambito del nostro Programma dedicato all’accessibilità museale “Arte per Tutti”, noi di Orpheo abbiamo realizzato, attraverso un’opera di mecenatismo, il percorso “Segni d’Arteun video nella Lingua dei Segni Italiana disponibile per i visitatori all’interno della Galleria d’Arte Moderna di Palermo.

Il video è stato prodotto in collaborazione con la GAM, uno tra i musei italiani più sensibili e all’avanguardia in tema di accessibilità, con l’Associazione Kiasso, tra le più importanti in Italia per l’organizzazione di visite culturali in LIS, e con due professioniste dell’Istituto Statale per Sordi, la prima scuola per persone sorde in Italia.

Orpheo è orgogliosa di poter aggiungere questo importante tassello al programma “Arte per Tutti”, sperando che sia la prima di tante iniziative per rendere finalmente il nostro patrimonio artistico accessibile a tutti.

Scopri tutti i segreti di come nasce una videoguida in LIS Orpheo.

Guarda un estratto del Video in Lis realizzato per la GAM di Palermo

divina_bellezza

Le tecnologie Orpheo per un evento unico: la Divina Bellezza di Siena

La Divina Bellezza torna a illuminare Siena anche quest’estate per tutte le sere dal 4 luglio al 30 settembre. Questo spettacolo immersivo di videomapping in 3D sarà proiettato su uno schermo d’eccezione, ovvero il Duomo Nuovo, dando vita ad una rappresentazione suggestiva e indimenticabile in piazza Jacopo della Quercia, per ripercorrere le tappe storiche della città toscana.
Orpheo è presente insieme al pubblico che sarà coinvolto a 360° durante la proiezione grazie ai suoi dispositivi. La radiofrequenza presente sulleaudioguide garantisce infatti un’impeccabile sincronizzazione tra l’audio e il video proiettato sul Duomo, permettendo agli spettatori di rilassarsi e concentrarsi esclusivamente sulle emozioni offerte da questo palcoscenico spettacolare. Inoltre, il nostro sistema permetterà a più persone di diverse nazionalità di assistere contemporaneamente allo stesso spettacolo.

Il video realizzato da repubblica.it in occasione della prima proiezione della “Divina Bellezza”

Quest’evento si inscrive nel progetto di accessibilità che Orpheo promuove in diversi siti in tutta Italia. Il programma Arte per Tutti, infatti, ha l’obiettivo di rendere il patrimonio culturale italiano fruibile a tutti i visitatori, realizzando prodotti su misura per le diverse esigenze. Come già fatto in altre occasioni, è prevista la distribuzione di cavi a induzione che, connettendosi direttamente all’apparecchio acustico, permettono alle persone ipo-udenti di ricevere un suono chiaro eliminando i rumori esterni e la sovrapposizione delle cuffie.

Inoltre, la video sincronizzazione automatica permette anche alle persone con disabilità motorie e non vedenti di ascoltare e vivere senza ostacoli l’emozione di questo spettacolo culturale.
Quello della Divina Bellezza è quindi un evento unico nel suo genere, al quale noi di Orpheo siamo orgogliosi di partecipare in maniera propositiva, cercando di abbattere alcune barriere e garantendo un’esperienza su misura per tutte le persone interessate.