SITEM

Orpheo al SITEM con il Voucher per l’internazionalizzazione

A Parigi, il 14, 15 e 16 settembre, Orpheo è stata tra i protagonisti del SITEM (Salone Internazionale dei Musei, dei Luoghi della Cultura e del Turismo), la più importante fiera europea per i musei e i beni culturali.

La presenza a questo importantissimo palcoscenico per aziende e professionisti del settore è avvenuta nell’ambito del progetto “Orpheo ARTExport”, sovvenzionato con fondi POR FESR 2014-2020 della Regione Lazio, Avviso “Voucher Internazionalizzazione – II finestra”.

È stato, infatti, grazie a questa sovvenzione che Orpheo, dopo la lunga pausa dettata dal Covid, ha avuto la forza propulsiva per ricominciare a investire sui mercati internazionali.

Il progetto “Orpheo ARTExport”

Orpheo Italia, negli ultimi anni, ha concentrato una parte del proprio business nell’organizzazione e produzione di progetti espositivi italiani esportabili all’estero, potendo contare su solide partnership con importanti aziende nazionali del settore e su una consolidata rete di contatti internazionali supportati anche dalle altre aziende della Holding. 

Partendo da questo presupposto, l’azienda si è quindi data tra i vari obiettivi futuri anche quello di incrementare a 360° la propria attività al di fuori dei confini nazionali, intercettando paesi e mercati che possano essere interessati a recepire le nuove proposte dell’azienda.

Nell’ambito del progetto e grazie soprattutto alla partecipazione al SITEM, Orpheo Italia ha potuto:

  • Incentivare l’internazionalizzazione;
  • Promuovere la competitività;
  • Presentare e posizionare nuovi prodotti e servizi su mercati esteri.

Per prepararsi a partecipare a questa vetrina internazionale, Orpheo ha avviato fin dal 2020 un processo di rinnovamento dei propri materiali di marketing e comunicazione, tenendo conto anche delle nuove esigenze determinate dai cambiamenti dovuti alla pandemia. 

Nello specifico, abbiamo predisposto il materiale espositivo e di comunicazione, le grafiche per lo stand, aggiornato il sito internet e realizzato le traduzioni di tutto il materiale prodotto (principalmente inglese e francese, ma anche in tedesco e  spagnolo). Tutti elementi necessari per partecipare alla fiera internazionale con successo. Questo processo ha portato l’azienda ad avvalersi di professionisti del settore per poter raggiungere risultati qualitativi impeccabili e affrontare la concorrenza.

Alcune immagini dello stand Orpheo al SITEM 2021

Copertina

Permetti l’acquisto on-line della tua Web App Orpheo

Permetti l’acquisto on-line della tua Web App Orpheo insieme al ticket di ingresso. 

Da oggi si può!

Immagine1

Un supporto digitale su misura per tutti, fruibile direttamente sullo smartphone dei visitatori, disponibile in pochi click e senza necessità di download. Questi sono solo alcuni dei tanti vantaggi che la tecnologia Orpheo è in grado di offrire ai visitatori  di mostre e musei grazie all’uso della Web App.

La sua facilità di utilizzo, insieme all’interattività e alla possibilità di personalizzazione dell’interfaccia grafica, hanno permesso alla Web App Orpheo di diventare rapidamente  un elemento immancabile nelle visite guidate dei vari musei d’Italia, e del mondo.

Immagine2

La nostra Web App può essere anche acquistata insieme al biglietto di ingresso, snellendo le code in biglietteria e incentivando la promozione del vostro tour!   

Oltre alle varie opzioni sopra elencate, da oggi sarà possibile proporre l’acquisto on-line  del percorso audioguidato con Web App Orpheo in un’unica soluzione con il biglietto d’ingresso e direttamente sul vostro sito internet . Questo eviterà ai vostri visitatori  di doversi recare in biglietteria prima della visita, evitando inutili code. Il nostro nuovo sistema metterà in comunicazione il software della Web App con il software della vostra biglietteria, garantendo una semplice e veloce procedura d’acquisto.

La nuova modalità rappresenta anche un plus per il marketing del museo: il visitatore riceverà infatti un’unica mail di riepilogo contenente: biglietto d’ingresso per la mostra, codice QR per la visualizzazione della Web App e un codice per sbloccare i contenuti al suo interno. L’utente potrà sbloccare le funzionalità della Web App appena acquistata mediante un codice univoco, questo può essere anche un codice a tempo, che si attiva il giorno dell’acquisto con una durata flessibile a discrezione delle singole esigenze.. Una volta scaduto il tempo di durata impostato per ogni singola Web App, i contenuti non saranno più accessibili così da garantire un corretto utilizzo.

Maggiore fidelizzazione per la clientela

Quello che Orpheo propone è un ulteriore passo verso la digitalizzazione dei contenuti, facilitando la possibilità d’accesso e di fruizione. Sono innumerevoli i vantaggi per tutti coloro i quali acquisteranno la Web App ancor prima del tour guidato. Con questa nuova proposta il visitatore si sentirà fin da subito immerso nell’atmosfera della mostra che si appresta a visitare, maturando anche un importante senso di fidelizzazione verso l’offerta culturale proposta dal vostro museo.

Lamborghini_copertina

Oltre 50 anni di innovazione: un tour con Orpheo al Museo Lamborghini MUDETEC

MUDETEC è il nome del nuovo Museo Lamborghini, che si rinnova e diventa “Museo delle Tecnologie”. E Orpheo non poteva mancare in questo viaggio verso il futuro.

Con le nostre radioguide OTG accompagniamo i visitatori alla scoperta dell’affascinante storia e degli iconici modelli del celebre marchio. Aiutando a mantenere le distanze di sicurezza e facilitando l’ascolto delle guide, le nostre radioguide accompagnano i visitatori anche durante il tour delle linee di produzione, che raccontano oltre cinquant’anni di innovazione e proiettano Lamborghini verso il futuro.

I tour guidati del MUDETEC rendono la visita indimenticabile, alla scoperta della storia e delle vetture in esposizione. Ma non solo: al Museo proverete anche un’esperienza interattiva grazie al nuovo simulatore di guida e forti emozioni con la nuova realtà aumentata fruibile tramite App.

Le guide del Museo Lamborghini, con le nostre radioguide, vi accompagneranno in un tour che va dalla nascita del marchio verso il futuro dell’azienda! 

Museo-Lamborghini 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per info e prenotazioni sul Museo Lamborghini visitate:

https://www.lamborghini.com/it-en/museo 

Orpheo da anni è specializzata in tour aziendali con l’ausilio di radioguide OTG, oltre al Museo Lamborghini, si ricordano altri prestigiosi clienti nel mondo corporate che hanno usufruito delle radioguide e dei servizi Orpheo: Illy, Fontanafredda, Monge, Campari, ACEA, Juventus e molti altri.

 

 

prova civita 1

Civita Vive! Progetto finanziato dal Fondo POR-FESR 2014-2020 della Regione Lazio

Il progetto “Civita Vive!” è un percorso di visita multisensoriale in sette lingue che dà voce e volto a Civita di Bagnoregio e al territorio che lo circonda.

A dar voce al borgo e alla sua storia saranno dei personaggi che hanno realmente vissuto Civita. Grazie all’eternità della loro memoria, Civita vive e continua a lottare per resistere al logorio del tempo e alle numerose frane e ai crolli che la identificano come “il paese che muore”.

L’obiettivo di “Civita Vive!” è offrire un’esperienza di visita innovativa che permetta ai visitatori di fruire della magia del borgo e del suo paesaggio in maniera diversa. Si vuole promuovere un turismo più consapevole, partecipativo, e offrire una visita “slow” contro i tour “mordi e fuggi” caratteristici della nostra epoca.

Il progetto è stato finanziato dal Fondo POR-FESR 2014-2020 della Regione Lazio, Bando “Atelier Arte, Bellezza e Cultura | Civita di Bagnoregio”.

IL PROGETTO

“Civita Vive!” dà vita a un percorso di visita multisensoriale e interattivo in cui tecnologie diverse raccontano la storia di Civita e della sua gente attraverso le più innovative forme di storytelling.

Il percorso è composto da tre esperienze di visita, diverse ma interconnesse tra loro. Lo storytelling fa da collante, mentre tecnologie differenti permettono di fruire di una visita innovativa e coinvolgente. Tutto il percorso sarà disponibile in sette lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, cinese e giapponese).

civita di bagnoregio

LA APP

La app “Civita Vive”, disponibile gratuitamente sugli store Apple e Google Play, è un viaggio tra le vie del borgo. Una mappa interattiva condurrà il visitatore a esplorare 5 luoghi significativi di Civita. Attraverso la geolocalizzazione e grazie al riconoscimento di immagine, l’utente vedrà apparire sul proprio smartphone 5 personaggi che raccontano una storia, un ricordo legato a Civita e alla vita nel borgo. La “memoria” è resa ancora più forte dal fatto che, a raccontare queste storie, non sono personaggi adulti, ma bensì giovani testimoni che interpretano i ricordi di un paese che grazie a loro rivive.

app civita vive

LA PROIEZIONE IMMERSIVA

Negli spazi del Museo Geologico e delle Frane è allestita una sala che coinvolge il visitatore, facendolo “immergere” negli ambienti, nelle storie, nei paesaggi di Civita. E’ ancora una volta la voce dei bambini a narrare i ricordi e i momenti di vita vissuti nel borgo. In questa sala, con gli occhi pieni delle immagini di Civita, dei suoi cieli, della sua natura, delle sue pietre, il visitatore si porterà a casa un pezzo di questa terra.

Possono assistere alla proiezione più utilizzatori che parlano lingue diverse: all’ingresso sono distribuite, infatti, delle audioguide multilingue con cuffia. La visita è completamente automatizzata: grazie a dei sensori, l’audioguida si attiva automaticamente all’ingresso in sala. E il visitatore potrà accedervi in qualsiasi momento! Il bello della sincronizzazione audio-video permette, infatti, a chiunque di ascoltare in cuffia l’audio nel momento esatto in cui entra nella sala, anche se la proiezione è già iniziata.

LE AUDIOGUIDE

Per chi ne volesse sapere di più su Civita e sul Museo Geologico e delle Frane, sono disponibili, all’interno del museo, delle audioguide multilingua. Il tour sarà un percorso coinvolgente, raccontato dalle parole di una giovane geologa e di suo nonno che dialogano tra le teche, i plastici e le ricostruzioni del museo. Al termine della visita, l’utente avrà una conoscenza molto più approfondita di Civita e del suo territorio e guarderà con occhi e con una consapevolezza diversi il paesaggio che circonda il fragile borgo. Lo storytelling fa di questo tour un racconto adatto a tutti, dai più grandi ai più piccoli, che si divertiranno imparando.

LA RETE DI IMPRESE

La forza di “Civita Vive!” è racchiusa nella rete di imprese e associazioni che hanno collaborato e unito la loro expertise per realizzare un progetto innovativo e una potenziale attività imprenditoriale replicabile in realtà simili a quella di Civita di Bagnoregio.

La rete è rappresentata dalle idee, della forza e dalla collaborazione di queste aziende:

  • Orpheo Italia, azienda leader nel settore delle tecnologie applicate ai beni culturali. E’ il ramo italiano di una holding internazionale, seconda al mondo per produzione e vendite di device per i percorsi di visita.
  • Studio Colosseo, azienda che vanta un’expertise pluriennale nel campo dell’audiovisivo multilingua, nelle traduzioni professionali e nelle registrazioni con attori madrelingua, nelle produzioni multimediali, con un focus speciale per i contenuti per le visite museali.
  • Hubstract, start up innovativa che sviluppa e realizza prodotti e servizi per la comunicazione, la fruizione, la valorizzazione dei beni e delle attività culturali attraverso l’uso, la sperimentazione e l’integrazione di tecnologie e linguaggi tradizionali e innovativi.
  • SBC Communic@tion, azienda che si occupa in maniera avanzata e moderna di comunicazione e di editoria. La sua attività si sviluppa in pubblicazioni specializzate sia in formato tradizionale che digitale, nella fornitura di contenuti, nella comunicazione di settore.
  • Associazione Geoteverina, associazione culturale dedita è dedita allo studio e alla divulgazione delle Scienze della Terra; gestisce da diversi anni il Museo Geologico e delle Frane di Civita di Bagnoregio.
  • Voice Professionals Italy, azienda specializzata nel doppiaggio e nei servizi di produzione e post-produzione, nella realizzazione di colonne sonore ed effetti audio di alta qualità, nel doppiaggio di script e sceneggiature cinematografiche e nella traduzione di sottotitoli.
  • Ophrys Systèmes, azienda francese leader nella produzione di audioguide, radioguide, videoguide e di tutte le soluzioni tecnologiche pensate per aumentare la fruibilità dei siti culturali e museali.
DEPURART_DEF

Acea – DEPURART: da oggi il Depuratore di Fregene si visita come un museo!

ACEA

DEPURART: da oggi il Depuratore di Fregene si visita come un museo!

All’interno della Riserva Naturale statale del Litorale romano si trova l‘impianto di depurazione di Fregene che si occupa del trattamento delle acque reflue urbane di 76 mila abitanti e della loro immissione nel fiume Arrone, una volta ripulite. Costruito negli anni ‘80, è alimentato da una rete fognaria che ricopre un’area di 13 km² per una lunghezza di circa 70 km.

Il depuratore è gestito da Acea per la quale abbiamo realizzato un percorso audioguidato fruibile tramite una App che permette di scoprire il funzionamento del depuratre i meccanismi di depurazione e di tante curiosità che in pochi conoscono.

Ma soprattutto, comprenderemo come il nostro comportamento quotidiano abbia un notevole impatto sull’ambiente e quanto sia importante non gettare nulla che possa intasare gli scarichi o quanto sia dannoso versare olio nelle tubature.









Distanziometro al museo

Scopri le nostre soluzioni per riaprire i vostri musei in tutta sicurezza

Per venire incontro alle nuove esigenze e direttive governative a seguito dell’emergenza causata dal Covid-19, vi proponiamo alcune soluzioni innovative che vi permetteranno di riaprire il vostro museo in tutta sicurezza!

 

Orpheo Tracer: il nostro nuovo dispositivo per garantire il distanziamento sociale

Orpheo Tracer è un dispositivo indossabile atto a tracciare e controllare la distanza tra le persone all’interno di spazi chiusi, come musei e spazi espositivi usufruendo della tecnologia BLE (Bluetooth Low Energy). Quando viene indossato è in grado di individuare altri dispositivi ed emettere un segnale d’allarme (via LED, suono o vibrazione) che aumenta con la riduzione della distanza fino a diventare un allarme continuo; quando non rintraccia altri device nel suo raggio di azione emette una luce gialla lampeggiante.

 

Cuffie Airset:  la soluzione migliore per garantire l’igienizzazione e il rispetto dell’ambiente

Cuffie professionali frutto di un progetto di ricerca industriale. Grazie alla loro forma innovativa, non sono ricoperte da spugna e non si appoggiano all’orecchio. Per questo motivo, le cuffie Airset sono facilmente igienizzabili e lavabili, non servirà ricorrere all’utilizzo di protezioni igieniche monouso. Le nostre cuffie audio igieniche sono ideali per l’ascolto della vostra audio-videoguida e per seguire un tour guidato, garantendo la massima igienizzazione tra un utilizzo e l’altro. Le cuffie Orpheo Airset sono, inoltre, cuffie “aperte” che permettono di non isolare il visitatore dall’ambiente circostante.

 

Auricolari monouso: un’alternativa igienica per i vostri tour

I nostri auricolari usa e getta possono essere utilizzati per la fruizione sia di audioguide che di sistemi group tour. Il modello che proponiamo garantisce un’alta qualità dell’audio.

 

App e tour virtuali: Una soluzione semplice, veloce ed economica per rendere l’arte accessibile anche da casa.

Sviluppo e realizzazione di una App che permette di digitalizzare e virtualizzare le vostre collezioni e i vostri Siti rendendoli fruibili a un pubblico sempre più ampio. La App, con un’interfaccia semplice e facilmente scaricabile, è una soluzione veloce ed economica che darà la possibilità di realizzare tour virtuali e rendere l’arte accessibile da casa. Permetterà di far esplorare virtualmente i vostri contenuti audio, video e le immagini del vostro Sito. Possiamo inoltre realizzare, per i più piccoli, percorsi ludici e didattici grazie all’utilizzo di giochi interattivi.

Pompei-e-Santorini

Pompei e Santorini: due civiltà, un unico destino. La mostra alle Scuderie del Quirinale

Di tutte le catastrofi che si sono abbattute sul mondo, nessuna ha procurato tanta gioia alle generazioni future”.

Con queste parole, Goethe ricorda l’eruzione vulcanica che seppellì Pompei e molte altre città vesuviane, distruggendole ma, al contempo, preservando il loro aspetto per quasi duemila anni. Importanti ritrovamenti archeologici hanno indotto gli studiosi a riconsiderare la data dell’eruzione, tradizionalmente fissata al 24 agosto del 79 d.C., in favore di una data autunnale, il 24 ottobre dello stesso anno.

Oggi, dunque, ricorre l’anniversario di quel fatidico giorno… Quale momento migliore per avventurarsi in un suggestivo viaggio nel tempo alla scoperta degli antichi splendori dell’antica Pompei?!

La mostra dal titolo “Pompei e Santorini: l’eternità in un giorno”, propone un’imperdibile esperienza, un tête-à-tête col passato per esplorare i fasti di Pompei ma anche l’intimità della vita quotidiana, i profumi perduti nel tempo… i resti degli ultimi pasti, sepolti sotto un manto di cenere vulcanica.

Venere su una quadriga trainata da elefanti – Parco Archeologico di Pompei

 

Affresco con paesaggio subtropicale – Santorini, Museo di Thera Preistorica

Pompei non è l’unica protagonista di questo viaggio a ritroso nei secoli, che si spinge fino alla preistoria egea, e ci svela gli splendori di Akrotiri, fiorente città dell’isola di Thera, l’odierna Santorini, distrutta 3.600 anni fa da un destino simile. I pregevoli reperti preistorici, insieme ai calchi e ai reperti pompeiani, dialogano con le opere di grandi artisti moderni e contemporanei, che nei secoli hanno declinato l’immagine della distruzione e dell’eruzione vulcanica con stili e materiali differenti.

La mostra, realizzata da Ales e ideata dal Parco Archeologico di Pompei in collaborazione con l’Eforato per le Antichità delle Cicladi, sarà visitabile fino al 6 gennaio 2020 presso le Scuderie del Quirinale.

Orpheo ha avuto il piacere di mettere a disposizione i suoi strumenti per dar voce a questo straordinario “viaggio nel tempo”, fornendo le audioguide e curando i contenuti sonori, dalla stesura dei testi alla traduzione e registrazione dei percorsi audioguidati, disponibili in italiano, inglese e francese. Come di consueto, un percorso creato ad hoc per i più piccoli offre loro la possibilità di godere a pieno della visita, che si trasforma in una giocosa caccia al dettaglio, mettendo alla prova la capacità di osservazione dei giovani visitatori e le loro doti da “piccoli archeologi”.

 

1.Unmute_immagine progetto

Unmute Art: con Orpheo l’Arte parla a tutti

Orpheo, tenendo fede all’iniziativa lanciata nel 2016 “Arte per Tutti”, presenta, in collaborazione con Arthemisia e l’ENS di Napoli, Unmute Art.

Unmute Art è la prima videoguida in LIS in cui le opere, “prendendo vita”, si raccontano da sole. L’obiettivo che Orpheo intende perseguire è quello di proporre agli utenti una videoguida che sia rivoluzionaria e universale.

Unmute Art – Making of

Sono diversi i fattori che rendono Unmute Art esclusiva e innovativa. Primo fra tutti l’aver utilizzato per la prima volta la tecnica del real life painting per realizzare dei video in LIS che accompagneranno il visitatore nel percorso espositivo. Altro fattore, che rende Unmute Art una novità assoluta, è che la videoguida permette di utilizzare il riconoscimento di immagine che permetterà di attivare il commento semplicemente inquadrando l’opera. In questo modo le persone sorde non saranno costrette a distogliere lo sguardo dall’opera e potranno goderne senza distrazioni attraverso il commento in LIS.

Unmute Art – Teaser

Con Unmute Art, quindi, personaggi come Marylin Monroe e Mick Jagger, interpretati da attori sordi, prenderanno vita e racconteranno la loro storia ai non udenti in LIS.

La videoguida, combinando commenti in LIS, sottotitoli e tracce incise da speaker in voice-over, si rivolge quindi ad un pubblico trasversale, rendendo l’arte accessibile a tutti.

La videoguida sarà disponibile alla mostra di Andy Warhol presso la Basilica di Pietrasanta a Napoli a partire dal 26 settembre. 

Aretusa

Orpheo e Aretusa uniti nel mito

La Fonte Aretusa, simbolo della città di Siracusa, è nuovamente aperta al pubblico. Il progetto, prodotto da Civita Sicilia, in collaborazione con la Fondazione per l’Arte e la Cultura Lauro Chiazzese e con La Struttura Didattica Speciale di Architettura, prevede un percorso di visita che permetterà ai visitatori di godere della bellezza della fonte dal suo interno.

Secondo il mito, in questo luogo i corsi d’acqua generati dalla metamorfosi di Aretusa e Alfeo si uniscono in un abbraccio senza fine. Capitolo finale della celebre storia d’amore, inizialmente non corrisposto, iniziata nella Grecia antica e conclusasi dopo mille peripezie, a Siracusa. Il passaggio dalla Grecia a Siracusa sta a testimoniare il forte legame che continuava a esistere tra la madrepatria e chi partiva per fondare nuove colonie.

Ciò che rende Fonte Aretusa una perla del patrimonio naturalistico italiano è anche il fatto che la sua bellezza, nel corso dei secoli è stata cantata da re, filosofi e scrittori; tra cui Cicerone che descrive il tramonto che si può ammirare dalla fonte come “tra i più belli al mondo”.

Il visitatore durante la visita è accompagnato dai contenuti audio Orpheo. Tra le voci narranti ci sono Sergio Grasso, Stefano Starna e Isabella Ragonese, tra le più importanti e conosciute attrici del cinema italiano, nota, tra gli altri, per la sua presenza nei film “Il Giovane Favoloso” e “Tutta la vita davanti”, oltre alla partecipazione alla serie televisiva “Rocco Schiavone”.

I contenuti audio, nell’ottica di un’ampia fruizione, sono disponibili anche in inglese, spagnolo, francese e cinese. 

Il dispositivo attraverso il quale il visitatore potrà seguire le vicende di Aretusa e Alfeo è l’audioguida Mikro Lx, ultima nata della famiglia Orpheo. Dotata di numerose funzionalità, questo device è l’unico sul mercato ad avere la tastiera con il marcatore di rilievo (il tasto 5) per permettere alle persone non vedenti di orientarsi autonomamente sui tasti. Inoltre, la Fonte Aretusa è stata dotata di speciali cavi a induzione che, collegandosi direttamente con gli apparecchi acustici, rendono più agevole la visita per le persone ipo-udenti. Questo progetto si inscrive nel programma sull’accessibilità museale Arte per Tutti, lanciato da Orpheo nel 2016.