MUSA di Napoli: quattro secoli di scienza in un’App

A 30 anni dalla sua chiusura dovuta al tragico terremoto dell’Irpinia del 1980, il Museo Anatomico di Napoli riapre finalmente al pubblico. Nato nel XVII secolo, si tratta di una delle strutture scientifiche più antiche e ricche d’Europa. Una prima riapertura parziale di questo luogo unico nel suo genere si è avuta nel 1997, rivolta però solo verso gli ambienti accademici. Grazie alla creazione del MUSA, Museo Universitario delle Scienze e delle Arti, la Seconda Università di Napoli ha voluto valorizzare attraverso un ambizioso progetto questo incredibile patrimonio scientifico mondiale.

La App di Orpheo per il MUSA di Napoli

App MUSA Napoli   App MUSA Napoli   App MUSA Napoli

Orpheo, non senza un certo orgoglio, può vantarsi di aver partecipato attivamente al rilancio di questo sito, sposando in pieno l’obiettivo del MUSA di voler “rivedere il concetto stesso di museo, fino a poco fa inteso solo come statico contenitore di oggetti, andando verso nuove sperimentazioni di custodia, valorizzazione e fruizione, rendendolo uno strumento per un’armonica crescita socio-culturale del territorio in cui  opera”.

Sono state quindi messe a disposizione le expertise sviluppando un sito web che permetta facilmente di prenotare le proprie visite sia per persone singole sia per gruppi, e creando una App ad hoc che ne favorisca una fruizione interattiva e dinamica.

Orpheo può quindi affermare di essere onorata nell’accompagnare i visitatori all’interno di queste sale che fanno di nuovo parte del ricco panorama culturale di Napoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *